16/09/15

Cuba nei ritratti di Carolina Sandretto in mostra alla Galleria Bianconi

Carolina Sandretto – Vivir con…

a cura di Laura Cherubini

17 settembre - 30 ottobre 2015

opening  giovedì 17 settembre ore 18.30

Galleria Bianconi via Lecco 20 Milano

carolina sandretto vivir con 

 

Carolina Sandretto è una fotografa italiana basata a New York.  Il 17 settembre (fino al 30 ottobre) inaugura alla Galleria Bianconi di Milano la personale Vivir con…, presentando per la prima volta a Milano l’omonimo progetto dedicato a indagare, attraverso il ritratto, la società cubana e le sue trasformazioni. Già recentemente esposta presso Whitebox Gallery a New York, la serie è in mostra a Milano con una selezione e un formato inedito.

 

I ritratti di Vivir con…, scattati con una macchina fotografica di medio formato, si focalizzano sulle persone, in primo luogo sui loro ricordi e affetti. La loro condizione materiale è vista attraverso gli ambienti domestici: case spesso piuttosto caotiche ma solo per il poco spazio a disposizione e per l’arredamento di fortuna, comunque oggetto di cura e attenzione, a testimoniare la volontà di mantenere uno stile di vita dignitoso.

 

Nonostante l'inizio delle trattative per la fine dell'embargo americano, dovrà passare molto tempo prima che le condizioni di vita della popolazione cubana possano registrare un sensibile miglioramento. Il regime ha sempre provveduto a fornire istruzione e cibo, ma i giovani non sono mai riusciti ad abbandonare le case d’origine sia perché non è loro consentito di emigrare sia perché non hanno i mezzi per permettersi una casa propria. Questa situazione ha dato origine ai Solar: una volta erano case mono familiari che in seguito sono state frazionate in mini appartamenti diventando entità che arrivano ad ospitare anche 30 famiglie. I nuclei familiari sono così costretti a coabitare in spazi sempre più piccoli e senza alcuna privacy; la convivenza tra vecchie e nuove generazioni diventa quindi un luogo fisico e mentale.

 

Carolina Sandretto, attraverso mesi di permanenza a Cuba, ha esplorato il mondo dei Solar, restituendolo attraverso i volti di Vivir con…. Il suo lavoro è sempre legato a un’analisi sociale dei modi di vivere delle persone e del loro rapporto con l’ambiente che li circonda. La sua indagine spesso si concentra su situazioni sociali marginali, con l’obiettivo di sollecitare la coscienza civile e il cambiamento, dai bambini orfani del Messico ai monaci Birmani, ma anche agli emigrati italiani a New York, sia quelli di vecchia data, sia quelli approdati là dalla recente “fuga di cervelli”. Lo strumento di questa indagine è il ritratto. Come scrive Laura Cherubini: “Il ritratto è comunque una messa a fuoco, uno sguardo ravvicinato sul soggetto che diviene oggetto, un’esistenza in movimento fissata nell’attimo precario della posa per consegnarsi ad una illusione d’eternità. Il ritratto coglie contemporaneamente l’interiorità e l’esteriorità del soggetto, è specchio dell’anima, ma anche rappresentazione dell’essere-nel-mondo del personaggio, fissa i suoi moti più intimi e contemporaneamente evidenzia gli attributi che ne definiscono il ruolo”.

 

In occasione della mostra Carolina Sandretto presenta anche una serie di video-interviste girate in tutta l’isola di Cuba, intitolate Hopes for the future.

Hopes for the future è un video che indaga sulle prospettive future, sui sogni e le aspirazioni dei giovani cubani. Il comunismo cubano non è solo un sistema economico, ma anche un’ideologia che mira a inglobare tutti gli individui in un’unica entità, tenuta insieme da un obiettivo comune: la resistenza al potente nemico che si affaccia sull’altra sponda del mare. Ora che tale obiettivo è venuto a mancare grazie all’apertura del presidente Obama, le persone stanno iniziando a pensare a sé stesse come a individui, con specifiche caratteristiche ed esigenze, con idee e speranze che fino a pochi anni fa non potevano neanche essere espressi. Gli intervistati si rivelano molto spesso sorpresi di poter pensare alle proprie aspirazioni personali e sovente preoccupati della sorte del loro Paese più che della propria personale.

Queste interviste e le fotografie della serie Vivir con… testimoniano di un Paese in bilico tra un passato difficile ma conosciuto ed un futuro pieno di interrogativi.

 

 

 

 

Tra le mostre di Carolina Sandretto: “The View from here”, group show, ICP- International Center of Photography, New York City NY, USA (2013); ICP representative at Photoville exhibition, New York City NY, USA (2013); “Fiesta Mexicana”, solo show, Galeria Fotografica -Tulum, Mexico (2013-2014); “Anthropological landscapes”, group show, Gallery Ricci - Carrara, Italy (2014); Focus on "The Portrait ", Group Show, Black Box Gallery Portland Oregon USA. A cura di Amy Arbus (2015); Anthropological landscapes”, group show, Whitebox Gallery – New York City NY, USA (2015); Soho Photo Gallery - New York Group Exhibition of the winners of the National Photography Competition Juror Elisabeth Avedon (2015). www.carolinasandretto.com

Carolina Sandretto – Vivir con…

a cura di Laura Cherubini

17 settembre - 30 ottobre 2015

opening  giovedì 17 settembre ore 18.30

Galleria Bianconi via Lecco 20 Milano

 

Galleria Bianconi via Lecco 20, 20124 Milano

Lunedi - Venerdì 10.00-13.00 / 14.30-19.00  | sabato su appuntamento

tel + 39 02 22228336 | info@galleriabianconi.com | www.galleriabianconi.com

 

 

Ufficio stampa Carolina Sandretto

Maddalena Bonicelli m. +39 335 6857707 | maddalena.bonicelli@gmail.com